Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

OK Informativa estesa cookie
  • Telefono 040 2823317
  • Email
  1. Corsi

Corsi Formazione obbligatoria

Formazione obbligatoria

  • Politiche e Sistemi D. Lgs. 231
  • Sicurezza rischio basso
  • Antincendio rischio basso
  • HACCP - 8h
  • Primo soccorso
  • Aggiornamento primo soccorso
  • HACCP
  • Antincendio Rischio Alto
  • Antincendio Rischio Medio
  • Accordo Stato Regioni Dlgs 81
  • Addetto primo soccorso in azienda
  • Aggiornamento addetto antincendio rischio basso
  • Aggiornamento addetto primo soccorso
  • Aggiornamento HACCP
  • Aggiornamento RLS (Rappresentante Lavoratori Sicurezza)
  • Aggiornamento RSPP per datori di lavoro
  • Aggiornamento sulla sicurezza sul lavoro
  • Antincendio Rischio Basso
  • Formazione generale sulla sicurezza sul lavoro
  • Formazione per mulettista e carrellista
  • RLS (Rappresentante Lavoratori Sicurezza)
  • RLST – Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale
  • RSPP per datori di lavoro
  • Valutazione rischio stress lavoro correlato
Durata:   80 ore

Obiettivi:

  • Illustrare il D.Lgs. 231/01 ed i suoi impatti nella gestione aziendale in termini di rischi e responsabilità delle imprese per i reati commessi da soggetti che rivestono una posizione apicale e da quelli sottoposti al loro controllo.
  • Chiarire la responsabilità amministrativa degli enti per alcune tipologie di reati commessi nell'interesse o a vantaggio degli stessi da dipendenti o amministratori.
  • Fornire una panoramica degli strumenti e delle soluzioni organizzative adottate dalle imprese per la valutazione dei rischi, i modelli di organizzazione e gestione (MOG) per la loro gestione e l'organismo di vigilanza (OdV) per la verifica dell'applicazione di tali modelli.

 

Contenuti trattati:

  • La responsabilità amministrativa delle società, modelli di organizzazione, gestione e controllo.
  • L’esperienza di questi ultimi anni ha dimostrato le notevoli difficoltà di applicazione pratica del D.Lgs 231/01 all’interno delle aziende. Peraltro, la materia è in costante evoluzione in quanto l’elenco dei reati è in continuo aggiornamento, ad esempio con l’aggiunta dei reati in materia di sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro e l’ampliamento a taluni reati contro l’ambiente.
  • I destinatari del corso sono Imprenditori, Amministratori, Dirigenti, Consulenti aziendali, Responsabili del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), Professionisti del Controllo Aziendale e della Revisione, Responsabili dell’Ufficio Legale, Responsabili Amministrativi, Responsabili IT e relativi addetti/incaricati.
Durata:   8

Obiettivi:

L'obiettivo della formazione, in rispetto dell'Accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012 è fornire conoscenze e metodi ritenuti indispensabili per conoscere i rischi dello specifico lavoro del lavoratore di aziende di rischio basso conoscere l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e il quadro normativo che disciplina la sicurezza e salute sul lavoro. La formazione vuole inoltre sviluppare capacità analitiche (individuazione dei rischi), comportamentali (percezione del rischio). e ornire conoscenze generali sui concetti di danno, rischio, prevenzione, fornire conoscenze rispetto alla legislazione e agli organi di vigilanza in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

Contenuti trattati:

  • Formazione Generale: concetto di rischio, danno, prevenzione, protezione, organizzazione delle prevenzione aziendale. Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali. Organi di vigilanza, controllo e assistenza.
  • Formazione Specifica.
Durata:   4

Obiettivi:

Il decreto legislativo 81/08 ha stabilito la presenza di un addetto antincendio all’interno dell’azienda, con il compito primario di monitorare e prevenire situazioni di rischio e pericolo. In caso di incendio, sarà di suo dovere intervenire collaborando con i Vigili del Fuoco.
L’obiettivo del corso sarà quello di dotare i lavoratori delle competenze necessarie a gestire e prevenire in maniera efficace il rischio incendi nel luogo di lavoro, permettendo così all’azienda di adeguarsi alla normativa in atto.

Contenuti trattati:

  • L’incendio e la prevenzione;
  • Princìpi della combustione;
  • Prodotti della combustione;
  • Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;
  • Effetti dell’incendio sull’uomo;
  • Divieti e limitazioni di esercizio;
  • Misure comportamentali.
Durata:   8

Obiettivi:

l’HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è un sistema di autocontrollo alimentare igienico che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l’insorgere di problemi igienici, sanitari e tutelare così la salute dei consumatori. Il corso di formazione haccp fornisce una panoramica completa sulle normative e sulle sanzioni che regolamentano il settore alimentare fornendo le linee guida per i corretti comportamenti e procedure atte a garantire un’adeguata igiene alimentare.

Contenuti trattati:

  • Gli alimenti: fattori di contaminazione e di controllo;
  • Rischio chimico, fisico microbiologico;
  • I metodi di conservazione degli alimenti;
  • La catena del freddo;
  • L' approvvigionamento di materie prime;
  • Nozioni di igiene strutturale e del personale;
  • Procedure di pulizia personale e degli impianti ed attrezzature;
  • Finalità di un piano di autocontrollo;
  • Individuazione e controllo dei rischi specifici nelle principali fasi del processo produttivo delle singole tipologie di attività;
  • HACCP: i vantaggi del sistema, la progettazione del piano di controllo e sorveglianza;
  • Responsabilità e sanzioni.
Durata:   4

Obiettivi:

ll corso di primo soccorso è obbligatorio e da ripetersi con cadenza triennale (D.M. n. 388 del 15 Luglio 2003) al fine di ottenere un adeguamento teorico-pratico in relazione al ruolo ricoperto.
Le tematiche principali saranno le seguenti:
• affrontare la chiamata al servizio d’emergenza;
• riconoscere l’intervento sanitario da effettuare;
• attivare un primo pronto soccorso;
• panoramica sui rischi legati all’attività lavorativa;
• intervento pratico.

Contenuti trattati:

  • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.;
  • Tecniche di primo soccorso nelle sindromi celebrali acute, nella sindrome da insufficienza respiratoria acuta, Respirazione cardiopolmonare, tamponamento emorragico, sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;
  • Prova pratica con utilizzo di manichino;
  • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N;
  • Tecniche di primo soccorso in casi di esposizioni accidentale ad agenti chimici e biologici.
Durata:   4

Obiettivi:

ll corso di aggiornamento è da ripetersi con cadenza triennale (D.M. n. 388 del 15 Luglio 2003) al fine di ottenere un adeguamento teorico-pratico in relazione al ruolo ricoperto.
Le tematiche principali saranno le seguenti:
• affrontare la chiamata al servizio d’emergenza;
• riconoscere l’intervento sanitario da effettuare;
• attivare un primo pronto soccorso;
• panoramica sui rischi legati all’attività lavorativa;
• intervento pratico.

Contenuti trattati:

  • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.;
  • Tecniche di primo soccorso nelle sindromi celebrali acute, nella sindrome da insufficienza respiratoria acuta, Respirazione cardiopolmonare, tamponamento emorragico, sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;
  • Prova pratica con utilizzo di manichino;
  • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N;
  • Tecniche di primo soccorso in casi di esposizioni accidentale ad agenti chimici e biologici.
Durata:   3

Obiettivi:

l’HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è un sistema di autocontrollo alimentare igienico che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l’insorgere di problemi igienici, sanitari e tutelare così la salute dei consumatori. Il corso di formazione haccp fornisce una panoramica completa sulle normative e sulle sanzioni che regolamentano il settore alimentare fornendo le linee guida per i corretti comportamenti e procedure atte a garantire un’adeguata igiene alimentare.

Contenuti trattati:

  • le normative HACCP in vigore;
  • la tutela della sicurezza degli alimenti e la prevenzione dei rischi possibili;
  • la documentazione di un sistema di autocontrollo alimentare HACCP;
  • la rintracciabilità di prodotto;
  • l'etichettatura;
  • la gestione degli allergeni.
Durata:   16

Obiettivi:

Fornire le conoscenze necessarie a ricoprire l’incarico di addetto alla squadra antincendio per aziende a rischio di incendio elevato secondo quanto previsto dal D.M. 10/03/98.

Contenuti trattati:

  • L'incendio e la prevenzione
  • Protezione antincendio
  • Esercitazioni (prima parte)
  • Ulteriori misure di Prevenzioni incendi
  • Approfondimento sull'incendio e la prevenzione
  • Approfondimenti sulla protezione antincendio
  • Esercitazioni (seconda parte)
  • Procedure da adottare in caso di incendio:
Durata:   8

Obiettivi:

Il corso Antincendio Rischio Medio è destinato a coloro che sono incaricati di Attuare le misure di:

•Prevenzione incendio;
•Lotta antincendio;
•Gestione delle emergenze;
•Evacuazione dei lavoratori e dei clienti in caso di pericolo grave ed immediato.

Contenuti trattati:

  • Incendio e prevenzione:
  • Protezione antincendio e procedure da adottare in caso d'incendio
  • Esercitazioni pratiche
Durata:   8

Obiettivi:

Il corso sulla sicurezza lavoratori, valido come aggiornamento per lavoratori ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 21/12/11, repertorio atti n. 221/CSR, è finalizzato ad approfondire le tematiche generali della legislazione in materia di sicurezza, con particolare riguardo al Titolo I del D. Lgs. 81/08 e alle più recenti modifiche.

Contenuti trattati:

  • Obblighi e responsabilità delle principali figure richiamate dal D.Lgs. 81/08;
  • La valutazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori;
  • La formazione dei lavoratori: i recenti Accordi Stato Regioni;
  • La sicurezza negli appalti;
  • La gestione in sicurezza delle emergenze;
  • I contenuti del documento di valutazione dei rischi previsti dal D.Lgs. 81/08;
  • Metodologia di valutazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori;
  • Test di apprendimento finale.
Durata:   Da 12 a 16 ore

Obiettivi:

il Decreto Ministeriale n. 388, del 15 luglio 2003, recando disposizioni in materia di pronto soccorso aziendale, introduce una particolare classificazione per quanto attiene le modalità di organizzazione del pronto soccorso. Tale decreto specifica anche le attrezzature minime di equipaggiamento e di protezione individuale che il datore di lavoro deve mettere a disposizione degli addetti alle squadre di primo soccorso.
Il corso fornisce specifiche competenze tecnico-assistenziali atte a garantire, in caso di necessità, prestazioni immediate all’infortunato in attesa dell’arrivo del personale sanitario qualificato.

Contenuti trattati:

  • circostanze dell’infortunio e comunicazione dell’infortunio;
  • riconoscere un’emergenza sanitaria: scena, informazioni e previsione pericoli evidenti;
  • accertamento delle condizioni psico-fisiche del lavoratore infortunato;
  • nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio;
  • sostenimento delle funzioni vitali, massaggio cardiaco e respirazione artificiale.
Durata:   4 ore

Obiettivi:

la sicurezza antincendio sul luogo di lavoro deve essere garantita dal datore di lavoro che, con apposita valutazione del rischio, decide il piano di prevenzione adeguato ai rischi. Anche la formazione e l’aggiornamento del personale addetto sono a carico del datore di lavoro.
Il corso di aggiornamento antincendio (rischio basso) fornisce al lavoratore gli adeguamenti necessari per ricoprire il ruolo di addetto antincendio nella sua azienda, come previsto dall’art. 37 comma 9 del D.Lgs. 81/08 e disposizioni del Ministero dell’Interno dipartimento Vigili del Fuoco.

Contenuti trattati:

  • l’incendio e la prevenzione;
  • protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio;
  • principali misure di protezione antincendio;
  • evacuazione in caso di incendio;
  • chiamata dei soccorsi;
  • esercitazioni pratiche;
  • presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili.
Durata:   4 ore

Obiettivi:

Il corso di aggiornamento per i responsabili del primo soccorso è obbligatorio e da ripetersi con cadenza triennale (D.M. n. 388 del 15 Luglio 2003) al fine di ottenere un adeguamento teorico-pratico in relazione al ruolo ricoperto.
Le tematiche principali saranno le seguenti:

  •  affrontare la chiamata al servizio d’emergenza;
  •  riconoscere l’intervento sanitario da effettuare;
  •  attivare un primo pronto soccorso;
  •  panoramica sui rischi legati all’attività lavorativa;
  •  intervento pratico.

Contenuti trattati:

  • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.;
  • Tecniche di primo soccorso nelle sindromi celebrali acute, nella sindrome da insufficienza respiratoria acuta, Respirazione cardiopolmonare, tamponamento emorragico, sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;
  • Prova pratica con utilizzo di manichino;
  • Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N;
  • Tecniche di primo soccorso in casi di esposizioni accidentale ad agenti chimici e biologici.
Durata:   4 ore ogni 2 anni

Obiettivi:

il corso di aggiornamento HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) permette ai lavoratori del settore alimentare, di rinnovare le conoscenze necessarie al mantenimento delle corrette procedure di igiene degli alimenti, tutelando la salute del cliente, grazie ad elevati standard igienici.

Contenuti trattati:

  • l’igiene in azienda;
  • le malattie a trasmissione alimentare;
  • la conservazione: la catena del freddo;
  • l’igiene personale;
  • l'igiene di locali e attrezzature (metodi di detersione, disinfezione, disinfestazione e derattizzazione);
  • la valutazione del controllo delle temperature.
Durata:   da 4 a 8 ore

Obiettivi:

il corso è rivolto a tutti coloro che sono stati eletti rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza aziendali e che hanno frequentato con successo il corso di prima formazione della durata minima di 32 ore e sono in possesso del regolare attestato di formazione.
Il D.Lgs. 81/08 impone un obbligo di aggiornamento anche per gli RLS per far si che siano sempre al passo con le ultime disposizioni e linee guida in materia di salute e sicurezza sul lavoro, in particolare sulle ultime tecniche di controllo e prevenzione dei rischi, visto il ruolo fondamentale nell'ambito del sistema di prevenzione aziendale che rivestono.

Contenuti trattati:

  • la figura dell’RLS, criteri generali formativi;
  • gli obblighi del datore di lavoro, dei lavoratori, dei preposti;
  • l' identificazione e valutazione dei rischi, i richiami giuridici, ecc;
  • le nozioni di pronto soccorso e la gestione delle emergenze;
  • le nozioni per la prevenzione degli incendi.
Durata:   da 6 a 14 ore

Obiettivi:

il corso di aggiornamento RSPP per i datori di lavoro è una formazione obbligatoria (D. Lgs. 81/08 e D.lgs 106/09) per tutti i datori di lavoro che vogliono, e possono, ricoprire il ruolo di responsabile del servizio di prevenzione e protezione per la sicurezza (RSPP).
Sono tenuti a frequentare il corso di aggiornamento coloro che hanno frequentato antecedentemente all’entra in vigore del D.Lgs.81/08 i corsi di cui all’art. 3 del D.M. 16 gennaio 1997 (corso delle 16 ore) e gli esonerati dalla frequenza dei corsi ai sensi dell’art 95 del D.Lgs.62/94.

Contenuti trattati:

  • il quadro normativo in materia di sicurezza dei lavoratori e la responsabilità civile e penale;
  • gli organi di vigilanza e di controllo nei rapporti con le aziende;
  • gli appalti, il lavoro autonomo, la sicurezza, i dispositivi di protezione individuale;
  • i principali tipi di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza;
  • la prevenzione incendi ed i piani di emergenza;
  • la prevenzione sanitaria e la valutazione dei rischi.
Durata:   4 ore

Obiettivi:

OBIETTIVI:
il corso di aggiornamento sulla sicurezza sul lavoro contiene argomenti di adeguamento e approfondimento individuati dalla Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato e le Regioni nella seduta del 21.12.2011:

  •  organizzazione e gestione della sicurezza in azienda;
  •  approfondimenti giuridico - normativi in materia di Sorveglianza Sanitaria.

L’accordo tra Stato e Regioni del 21.12.2011 disciplina ai sensi dell’art 37 comma 2 del D.Lvo 81/08, la durata, i contenuti minimi e le modalità di formazione e di aggiornamento, ogni cinque anni, dei lavoratori.

Contenuti trattati:

  • approfondimenti giuridico – normativi;
  • aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori;
  • aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda;
  • fonti di rischio e relative misure di prevenzione.
Durata:   4 ore

Obiettivi:

il decreto legislativo 81/08 ha stabilito la presenza di un addetto antincendio all’interno dell’azienda, con il compito primario di monitorare e prevenire situazioni di rischio e pericolo. In caso di incendio, sarà di suo dovere intervenire collaborando con i Vigili del Fuoco.
L’obiettivo del corso sarà quello di dotare i lavoratori delle competenze necessarie a gestire e prevenire in maniera efficace il rischio incendi nel luogo di lavoro, permettendo così all’azienda di adeguarsi alla normativa in atto.

Contenuti trattati:

  • L’incendio e la prevenzione;
  • Princìpi della combustione;
  • Prodotti della combustione;
  • Sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;
  • Effetti dell’incendio sull’uomo;
  • Divieti e limitazioni di esercizio;
  • Misure comportamentali.
Durata:   4 ore

Obiettivi:

l'obiettivo della formazione generale dei lavoratori, nel rispetto dell'Accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012, è di fornire conoscenze generali sui concetti di danno, rischio, prevenzione e degli organi di vigilanza in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

Il corso di formazione generale sulla sicurezza sul lavoro è strutturato in tre parti:

  • Informativa generale: prevede lo studio degli obblighi del datore in merito all’informazione e formazione dei lavoratori per la legislazione vigente, i soggetti coinvolti nell’organizzazione e gestione della sicurezza sul lavoro;

  • Parte formativa: verranno affrontate le tematiche relative a definizione dei rischi, valutazione dei rischi e segnaletica di sicurezza;

  • formazione specifica su: luoghi di lavoro, attrezzature, dispositivi di protezione e sanzioni.

Tale corso è indispensabile al fine di fornire a tutti i lavoratori una formazione generale in materia di salute e sicurezza, così come indicato dall’art. 37 del D. Lgs. 81/08 in materia di corsi sulla sicurezza sul lavoro.

Contenuti trattati:

  • i rischi per la sicurezza e la salute connessi con l’attività dell’impresa in generale;
  • le misure e le attività di protezione e prevenzione attuate;
  • i rischi cui è sottoposto ogni lavoratore in relazione all’attività svolta;
  • le normative di sicurezza vigenti e le disposizioni aziendali in materia di rispetto delle normative di sicurezza.
Durata:   12 ore

Obiettivi:

il corso è obbligatorio per legge (D. Lgs. 81/2008) e si propone di fornire agli allievi i principi generali, tecnici e pratici per l’uso e la movimentazione di carrelli elevatori e muletti. Il modulo, nello specifico, è finalizzato all’apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza i carrelli elevatori. Si rivolge a tutti i lavoratori – così come definiti dall’art. 2 del D.Lgs. 81/08, ivi compresi i soggetti di cui all’art. 21, comma 1 del medesimo decreto (ovvero lavoratori autonomi e collaboratori familiari) - oltre che ai datori di lavoro ed ai soci che utilizzano “carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo”.

Contenuti trattati:

  • l'utilizzo di carrelli elevatori e gestione del carico;
  • la verifica giornaliera (olio, controllo dei pneumatici, impianto idraulico);
  • il bilanciamento e lo sbilanciamento del carrello;
  • la circolazione, lo stoccaggio, la manutenzione e le norme relative ai carrelli;
  • la portata, stabilità, freno, funi e catene, rulli e pulegge di deviazione;
  • le istruzioni d’uso e le regole generali su salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (UNI ISO 3691).
Durata:   32 ore

Obiettivi:

il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), come definito nell’articolo 2 del D.Lgs. 81/2008, è una “persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro“. Egli, per svolgere la propria funzione all’interno di un’azienda, deve avere idonee competenze in tema di salute e sicurezza dei lavoratori e adeguate conoscenze in ambito giuridico.
L’RLS, pertanto, deve seguire un corso di formazione specifico (con verifica di apprendimento), a carico del datore di lavoro, della durata minima di 32 ore iniziali (12 delle quali riguardanti rischi specifici presenti in azienda e corrispondenti misure di prevenzione e protezione adottate).

Contenuti trattati:

  • Legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro (principi giuridici comunitari e  la legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro (principi giuridici comunitari e nazionali);
  • la valutazione dei rischi e definizione dei fattori di rischio;
  • l'individuazione delle figure coinvolte nella gestione della sicurezza e dei relativi obblighi;
  • l'identificazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione;
  • gli aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori;
  • l'igiene nei luoghi di lavoro;
  • le nozioni su medico competente e sorveglianza sanitaria;
  • la tecnica della comunicazione.
Durata:   64 ore

Obiettivi:

secondo quanto previsto dal comma 3 art. 47 DLgs 81/08 nelle aziende o unità produttive che occupano fino a 15 lavoratori il RLS é eletto direttamente dai lavoratori oppure può essere scelto un RLS territoriale che ricopra tale ruolo per più aziende o unità produttive.
Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale deve avere una formazione specifica riguardante i rischi presenti nelle aziende o unità produttive in cui esercita la sua funzione.
La formazione deve essere effettuata entro 3 mesi dalla data di designazione come Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST).

Contenuti trattati:

  • I principi giuridici;
  • la legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  • la definizione e l'individuazione dei fattori di rischio;
  • la valutazione dei rischi.
Durata:   da 16 a 48 ore

Obiettivi:

il corso RSPP per i datori di lavoro è una formazione obbligatoria (D. Lgs. 81/08 e D.lgs 106/09) per tutti i datori di lavoro che vogliono, e possono, ricoprire il ruolo di responsabile del servizio di prevenzione e protezione per la sicurezza (RSPP).
Il percorso formativo dovrà essere completato ed integrato in relazione ai livelli di rischio con la frequenza di corsi frontali relativi al modulo tecnico e al modulo relazionale.

Contenuti trattati:

  • il quadro normativo in materia di sicurezza dei lavoratori e la responsabilità civile e penale;
  • gli organi di vigilanza e di controllo nei rapporti con le aziende;
  • la tutela assicurativa, le statistiche ed il registro degli infortuni;
  • i rapporti con i Rappresentanti dei lavoratori e l’informazione e la formazione dei lavoratori.
Durata:   8 ore

Obiettivi:

l’obbligo di valutazione di rischio dello stress lavoro correlato da parte del datore di lavoro è stato introdotto con il D.lgs 81/08. La formazione, in questo ambito, diventa una prima e importante forma di prevenzione dei rischi sul lavoro oltre a essere obbligatoria.
Il modulo fornirà le competenze e gli opportuni strumenti per riconoscere le problematiche relative al rischio da stress lavoro-correlato, valutarle come previsto dalla recente normativa e - laddove possibile - prevenirle, mediante la progettazione di un sistema globale di gestione dello stress.

Contenuti trattati:

  • che cos'è lo stress;
  • lo stress lavoro-correlato;
  • le conseguenze lavorative ed extra-lavorative dello stress;
  • le alterazioni patologiche stress correlate;
  • l'eziologia dello stress: fattori ambientali e lavorativi;
  • le attività lavorative associate allo stress;
  • le linee guida per la valutazione dello stress.